Data: 21/05/2022 | Teatro: Teatro Arena del Sole | Categoria: Prosa

Kassandra di Sergio Blanco
10 – 22 maggio 2022 – Sala Thierry Salmon, Teatro Arena Del Sole

con Roberta Lidia De Stefano
regia Maria Vittoria Bellingeri
produzione ERT / Teatro Nazionale

È una Kassandra che parla al nostro oggi, quella di Sergio Blanco, drammaturgo franco-uruguayano che si racconta in tutti i suoi testi, pur non essendo realmente in nessuno di questi. Persone, personaggi, vita reale e fiction si alternano, portando il pubblico a chiedersi continuamente se ciò che si vede in scena sia accaduto davvero o meno.

Con Kassandra l’artista esplora una donna “in transito”, senza un’identità fissa, né indirizzo, né paese: una clandestina. L’autore ambienta la vicenda in un sordido bar ai confini della periferia di una città. Kassandra vende sigarette e il suo corpo, perdendosi nelle parole di una lingua non sua che parla con difficoltà. Il testo è scritto in un inglese di sopravvivenza, Kassandra comunica attraverso un uso elementare della parola, abbozzandola e modellandola alle sue esigenze, superando così la frontiera linguistica attraverso una volontà comunicativa che fa di questo grezzo inglese un esperanto. Con la strafottenza dei visionari, Kassandra la straniera accoglie il pubblico, lo tenta, lo seduce e a lui dona tutta l’anima raccontandosi senza filtri. Un monologo ironico, intriso di suono e musica, che parla dell’oggi attraverso il mito della principessa di Troia, sacerdotessa la cui bellezza ha fatto innamorare il Dio Apollo e da lui punita per aver protetto la propria verginità con la peggiore delle punizioni: l’incomunicabilità.

«Kassandra è il femminismo incarnato – afferma la regista Maria Vittoria Bellingeri – la sua rivolta passa attraverso l’atto della comunicazione. Questa Kassandra fluida, metamorfica e la brillante intuizione di Sergio Blanco di scrivere il monologo in un inglese “di sopravvivenza” pone il fuoco sulla forza della comunicazione, in grado di superare qualsiasi frontiera geografica, linguistica fisica, culturale. Quella di Kassandra è una “politica della strada” che rivendica il diritto performativo di apparizione del corpo all’interno del campo politico, attraverso l’esperienza del raduno collettivo.
Questa sua natura ha portato alla creazione di una donna in perenne movimento, che approfitta di ogni occasione per dare voce alla sua storia. Una donna e la sua automobile che le è casa ma all’occasione
palcoscenico, rifugio, memoria.
Kassandra rappresenta l’anima dei migranti, le donne invadono le strade, i centri di accoglienza ma è anche evocazione delle eroine contemporanee: emergono immediate alla mente Maria Kolesnikova, leader bielorussa ancora imprigionata per essersi opposta al regime di Lukashenko, Sanaa Seif, giovane attivista egiziana rapita in pieno giorno da uomini in borghese nell’ufficio del procuratore generale, Daniela Carrasco, “el mimo”, torturata e uccisa in circostanze sospette e molte, moltissime altre donne annientate o che rischiano di esserlo, per aver parlato troppo.».

Ti potrebbero interessare:

  • Kassandra

    22/05/2022

    Kassandra di Sergio Blanco 10 - 22 maggio 2022 - Sala Thierry Salmon, Teatro Arena Del Sole con Roberta Lidia De ...

  • Alessandro Baricco legge Novecento

    14/06/2022 - 15/06/2022

    Alessandro Baricco legge Novecento 14 - 15 giugno 2022, ore 21 - Teatro Duse di Bologna 14 | 15 giugno ...